verbigiaroble

 VERBIGIAROBLE

 

 

Un ampio mantello di VELENO, VERGOGNA e
testimonianza visiva del nostro mondo VERSATILE
rende palese la precarietà umana.
 
A che serve il dibattito, la collazione,
il dipingere, quando poi il provento è solo
confrontabile al BIDONE?
 
E’ passata la moda del Sommo BIBLICO,
dove primeggiava la BIOGRAFIA di Adamo.
 
Sicchè, nei “ VERBIGIAROBLE” impiego il tentativo conato
del ritorno alla GIOIA: come presenza attiva
dove l’impulso creativo si rende GITANO.
 
Insospettate presenze, rendono visibile le infantili alchimie,
 per cui linee rette, e/o disegno
si dileguano e lasciano vivere il GIRIGOGOLO
Pascoliano a mo di scarabocchio.
 
Conoscersi nel ROMANTICO è restituire energia,
vigore agli istinti fantastici: libertà riconosciuta
solo ai giovani ROMEI, dove l’atto del ROMPERE come
rifiuto dell’andazzo all’usanza corrente è negazione
e presenza attiva di chi acuisce il frangente al pedissequo.
 
I VERBIGIAROBLE servono a testificare il gesto BIZZARRO
Di chi vuole BLANDIRE una eredità culturale a volte troppo spesso BIZANTINA.

 

giugno 1983 - giuseppe panariello

<<< Indice